Attenzione

Scopri l'assistenza generali

Tutte le faq
FPA Generali Global - domande frequenti sul fondo pensione
Iscritti - Anticipazioni
Informazioni su come ottenere una anticipazione di quanto versato
 
  1. Dove posso trovare i moduli di richiesta di anticipazione? 
    Puoi stampare il modulo di richiesta di anticipazione nella Sezione “Modulistica” presente nell’area Clienti del sito www.generali.it, cui accede attraverso le credenziali in Suo possesso.
    Richieste pervenute incomplete o con moduli non corretti saranno rifiutate.
     
  2. Quali anticipazioni possono essere richieste ed in che misura?
    Le anticipazioni che possono essere richieste sono per:
  • spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni relativa a sé, al coniuge e ai figli per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche. L’importo massimo concedibile è  75%
  • acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli. L’importo massimo è 75%;
  • spese per la realizzazione degli interventi di ristrutturazione edilizia L’importo massimo è 75%;
  • ulteriori esigenze degli aderenti. L’importo massimo concedibile è 30%.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONSULTARE IL DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI  
 
  1. Quali sono i requisiti per richiedere un’anticipazione? 
    L’anticipazione per spese sanitarie può essere richiesta in qualsiasi momento.
    Per le altre tipologie di anticipazione condizione essenziale è che il periodo della tua iscrizione sia pari ad almeno otto anni .
     
    PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONSULTARE IL DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI 
     
  2. Se sono un aderente residente in un Comune colpito dal sisma del 2016, in caso di richiesta di anticipazione che tipo di agevolazioni sono previste? 
    Le agevolazioni previste riguardano due tipologie di richieste di anticipazione:
  • per l'acquisto o ristrutturazione della prima casa di abitazione per te o per i tuoi  figli richiedibile per un importo non superiore al 75% della posizione individuale maturata,
  • per ulteriori esigenze, richiedibile per un importo non superiore al 30% della tua posizione individuale maturata.
Le suddette anticipazioni le potrai richiedere indipendentemente dagli otto anni di partecipazione alla previdenza complementare ed alle somme erogate sarà applicata  una fiscalità agevolata e cioè invece della ritenuta del 23% ti viene applicata quella del 15%, ridotta di  0,30 punti percentuali per ogni anno eccedente il quindicesimo anno di partecipazione a forme pensionistiche complementari, con un limite massimo di riduzione di 6 punti percentuali. 
Le agevolazioni di cui sopra, sono valide per un periodo provvisorio che è iniziato a decorrere dal  24 agosto 2016 e durerà 3 anni . 
  
  1. Quali documenti devo presentare ai fini della richiesta di cui alla precedente FAQ n. 4?  
    Oltre al modulo di richiesta, dovrai  presentare, un’autocertificazione sottoscritta in merito alla tua residenza nel Comune nella date in cui è avvenuto il sisma.
     
    Se invece l’aderente è residente un comune diverso da quelli interessati dagli eventi sismici del 2016, ma rientranti in una delle regioni interessate dagli stessi eventi sismici (Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria), dovrà presentare un’apposita perizia asseverata del nesso causale esistente tra i danni subiti e gli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016. 
     
  2. Posso richiedere più volte la stessa anticipazione? 
    Si. Fermo restando che l’ammontare delle somme percepite non può essere superiore al 75% della posizione complessiva e agli oneri effettivamente sostenuti e documentati.
     
    PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONSULTARE IL DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI 
     
  3. Quale tassazione si applica in caso di anticipazione? 
    Per quanto attiene al trattamento fiscale delle anticipazioni, quelle concesse per spese sanitarie vanno assoggettate a tassazione con l’applicazione, all’importo erogato, al netto dei redditi già assoggettati ad imposta (contributi non dedotti in capo all’aderente e rendimenti già assoggettati ad imposta sostitutiva dell’11% in capo al fondo), di una ritenuta a titolo d’imposta nella misura del 15%, con un abbattimento dello 0,3% annuo per il numero di anni di partecipazione successivi al quindicesimo.
    Le anticipazioni concesse per tutti gli altri motivi (prima casa ed ulteriori esigenze) vanno, invece, assoggettate a tassazione con l’applicazione, all’importo erogato, sempre al netto dei redditi già assoggettati ad imposta, di una ritenuta a titolo d’imposta nella misura del 23%, senza alcun abbattimento di aliquota in funzione del tempo di iscrizione alla forma pensionistica.
    Con riferimento alla quota maturata al 31/12/2006 si applica la tassazione separata, con aliquota determinata dal Fondo, con applicazione su un imponibile al netto dei contributi non dedotti.
     
    PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONSULTARE IL DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI 
     
  4. Se richiedo l’anticipazione al datore di lavoro, mi viene preclusa quella al fondo pensione? 
    No, non viene preclusa. L’importante è aver maturato i requisiti previsti. 
     
  5. In quanto tempo dalla richiesta viene erogata la somma? 
    Il fondo pensione aperto eroga l’anticipazione nel minor tempo possibile dalla data di ricezione del modulo e di tutta la documentazione. Mediamente ciò avviene in 3 mesi e comunque non oltre 6 mesi.
     
    PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONSULTARE IL DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI 
     
  6. Dove deve essere spedita la corrispondenza? 
    Tutto ciò che riguarda  il Fondo Pensione Aperto Generali Global deve essere inoltrato al seguente indirizzo
     
    Generali Itala S.p.A. – Unità Fondi Pensione Aperti
    Via L. Bissolati 23
    00187 ROMA
     
    Per qualsiasi informazione è disponibile l’indirizzo di posta elettronica
    Fpageneralivita.it@generali.com
     
    Oppure contattare il seguente numero telefonico dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30:
    041-2599890