Attenzione

Scopri l'assistenza generali

Tutte le faq
FPA Generali Global - domande frequenti sul fondo pensione
Iscritti - Contribuzione
Informazioni su come effettuare i versamenti al Fondo Pensione Aperto Generali Global
 
  1. Come si contribuisce?
    Il finanziamento è attuato mediante il conferimento del TFR, del tuo eventuale contributo e di quello del datore di lavoro. Se sei un  lavoratore autonomo il versamento è esclusivamente costituito dal tuo contributo individuale.
     
  2. Quale è il regime fiscale dei contributi versati?
    Se sei un  lavoratore dipendente i tuoi contributi e quelli del datore di lavoro sono deducibili nella misura massima di € 5.164,57 annui. Questo beneficio ti viene applicato direttamente dal datore di lavoro.
    Se sei un lavoratore di prima occupazione, limitatamente ai primi 5 anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari, ti è consentito dedurre dal reddito complessivo, nei 20 anni successivi al quinto di partecipazione, contributi per un importo eccedente il limite di euro 5.164,57.
    Ai lavoratori di prima occupazione, che nei primi 5 anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari abbiano versato contributi di importo inferiore a quello massimo deducibile (euro 25.822,85, che rappresenta il plafond teorico di 5 anni), è consentito, nei 20 anni successivi al quinto anno di partecipazione a tali forme, di dedurre dal reddito contributi eccedenti il limite di euro 5.164,57, in misura pari complessivamente alla differenza positiva tra euro 25.822,85 e i contributi effettivamente versati nei primi 5 anni di partecipazione e, comunque, non superiore a euro 2.582,29 in ciascun anno.
    I contributi versati per i soggetti fiscalmente a carico possono li puoi dedurre, fermo restando il limite complessivo di deducibilità di € 5.164,57 annui.
    Se sei un lavoratore autonomo la deduzione è analoga e cioè nella misura massima di € 5.164,57 annui.
     
  3. Sono possibili scelte di investimento diverse?
    Nel Fondo sono previsti più comparti d’investimento con diverso profilo di rischio e rendimento che si adattano all’esigenza del Cliente in funzione dell’età e della propensione al rischio.
     
  4. Quali sono i comparti di GENERALI GLOBAL?
    GENERALI GLOBAL ha 5 comparti di investimento che sono:
    a) “MONETARIO”
    b) “OBBLIGAZIONARIO GARANTITO”;
    c) “OBBLIGAZIONARIO”;
    d) “BILANCIATO”;
    e) “AZIONARIO”.
    Puoi scegliere uno o più comparti in cui far confluire i tuoi contributi, con la facoltà di modificare nel tempo la scelta. Puoi inoltre riallocare la tua  posizione nel rispetto del periodo minimo di un anno.
     
  5. Dove devo versare i contributi ?
    I riferimenti bancari del fondo pensione aperto GENERALI GLOBAL sono i seguenti:
    DENOMINAZIONE BANCA: BNP Paribas Securities  Services S.C.A. francese
    INTESTAZIONE CONTO: Generali Italia SpA - Generali Global
    CODICE IBAN:  IT47 X 03479 01600 000800984300
    CODICE SWIFT : PARBITMMXXX
     
  6. Come  devo effettuare i versamenti?
    I versamenti li devi effettuare direttamente sul conto corrente del Fondo Pensione Aperto di cui sopra  tramite bonifico (nella descrizione devono essere inseriti: codice fiscale, cognome, nome) oppure SEPA (in questo caso deve essere stato compilato il mandato).
    Per l’Adesione di familiari a carico la contribuzione avviene mediante bonifico bancario sul conto corrente del fondo.
     
  7. Cosa devo indicare nella causale del bonifico?
    Per i versamenti effettuati dalla tua azienda, dovrà essere indicato: ragione sociale, codice azienda e periodo di riferimento dell’importo.
    Per i versamenti eseguiti direttamente da te: indicare codice fiscale, cognome, nome .
    Per i versamenti che esegui per i familiari a carico: indicare codice fiscale, cognome, nome.
     
  8. Chi effettua i versamenti?
    Se sei un lavoratore dipendente, la contribuzione è a carico dell’Azienda che provvede a trattenere in busta paga gli importi da destinare a previdenza ed opera le relative deduzioni fiscali dal reddito. Puoi effettuare anche versamenti ulteriori volontariamente (vedi faq 12).
     
  9. Sono obbligato a versare i contributi?
    No, se sei un lavoratore dipendente, puoi aderire al fondo pensione versando anche solo il Trattamento di fine rapporto.
     
  10. Posso sospendere i contributi?
    Si, puoi sospendere i contributi. Per quanto concerne il TFR, non puoi sospendere il versamento in quanto la scelta di destinazione dello stesso a previdenza complementare è irreversibile. Unica eccezione, sempre per il TFR, è l’ipotesi in cui decidi di optare per la destinazione dello stesso in busta paga, sulla base di quanto previsto dal patto di stabilità del 2015. In tal caso l’azienda sospende i versamenti del suddetto TFR a previdenza complementare.
     
  11. Come posso attivare l’addebito automatico (SEPA)?
    L’attivazione dell’addebito automatico può avvenire al momento della tua adesione oppure successivamente, attraverso la compilazione del mandato SEPA da inviare al fondo firmato in originale, dove dovranno essere indicati:
    dati anagrafici aderente (es. Rossi Mario - RSSMRA50R01D728B)
    intestazione conto corrente (es. Rossi Mario)
    IBAN completo dell’aderente
    data inizio (almeno 45 giorni dopo richiesta)
    l'importo annuo (es. 5.160,00 euro)
    l'importo rata (es. 430,00 euro)
    la rateizzazione (es. mensile)
    Il modulo di cui sopra lo puoi trovare nella tua Area riservata nella sezione Modulistica.
    Ricordiamo che la data di prelievo, da parte del Fondo Pensione, dell’importo richiesto, è il 15 di ogni mese.
     
  12. Come posso disattivare, variare l’importo o la rateazione dell’addebito automatico (SEPA)?
    Per effettuare qualsiasi modifica in merito all’addebito SEPA, devi inviare una comunicazione, anche tramite e-mail, al fondo pensione aperto corredata di copia del documento di identità. L’indirizzo e-mail è fpageneralivita.it@generali.com
     
  13. Se sono un lavoratore dipendente e voglio fare un versamento volontario, come devo procedere?
    Puoi richiedere alla tua Azienda, se è disponibile,  di trattenere dalla busta paga l'importo e l'azienda stessa lo verserà al fondo (ipotesi consigliata per l’immediatezza della deducibilità fiscale), oppure puoi fare il bonifico direttamente sulle coordinate bancarie del fondo pensione.
     
  14. Cosa devo fare se voglio variare il mio contributo?
    Se sei un lavoratore dipendente, devi comunicare alla tua Azienda la modifica dell’aliquota contributiva secondo le modalità stabilite dall’accordo tra le parti. Al fondo pensione non deve essere comunicato nulla.
    Se sei un  lavoratore autonomo puoi agire liberamente.
     
  15. Posso destinare a previdenza il TFR pregresso?
    Si, in accordo con il datore di lavoro puoi destinare il TFR pregresso a previdenza compilando l’apposito modulo.
     
  16. Vengono generati avvisi di pagamento?
    No.
     
  17. Vengono generate quietanze di pagamento per i versamenti individuali?
    No, il documento comprovante il versamento  è la copia del bonifico bancario.
     
  18. Quando avviene la valorizzazione del Fondo? 
    La valorizzazione del Fondo avviene su base mensile, nell' ultimo giorno del mese. L’aggiornamento sulla tua posizione è visibile circa il 15° giorno del mese.
     
  19. Quando vengono investiti i miei contributi?
    Il versamento viene investito alla prima valorizzazione utile successiva alla disponibilità sul conto corrente bancario, fatto salvo avere a disposizione tutte le informazioni utili per effettuare la riconciliazione.
     
  20. Come devo comportarmi in caso di contributi non dedotti?
    Se i tuoi contributi non li hai portati in deduzione dal reddito oppure  superano il limite di deducibilità fiscale annuo, l’eccedenza, proprio perché non dedotta, sarà esente da tassazione al momento della liquidazione della posizione. A tal fine è necessario che  entro il 31.12 di ogni anno comunichi al fondo pensione, tramite un apposito modulo disponibile on line, l’ammontare della contribuzione non dedotta.
     
  21. Il mio TFR è deducibile?
    No, il tuo TFR non è deducibile.
     
  22. Se l’Azienda non effettua i versamenti dovuti come devo fare?
    Devi farti parte attiva nei confronti della tua Azienda affinchè la stessa ottemperi a quanto dovuto.
     
  23. Se l’azienda non ha effettuato i versamenti e successivamente è fallita, come mi devo comportare? 
    Come previsto dall’INPS con circolare del 23 febbraio 2008, è stato istituito un fondo di garanzia contro il rischio dell’omesso o insufficiente versamento, da parte dell’Azienda insolvente, dei contributi a previdenza complementare.
    Affinchè ti sia possibile accedere al suddetto fondo di garanzia, devi richiedere al fondo pensione la compilazione del modulo PCC FOND specificando l’azienda per la quale richiedi l’intervento del suddetto fondo di garanzia ed allegando eventuale documentazione a supporto.
    Il fondo pensione dopo aver compilato il citato PCC FOND, provvedere a reinviarti lo stesso.
    L’INPS trasmette quindi al fondo pensione una lettera di conferma di accoglimento della domanda. Indica l’importo nonché trasmette anche la quietanza che deve essere firmata dal responsabile del fondo pensione. Tale quietanza viene inviata da parte del fondo pensione di nuovo all’INPS che procede all’accredito della somma sul conto corrente.
     
  24. Cosa devo fare se cambio azienda?
    Devi comunicare al fondo pensione il cambio datore di lavoro compilando l’apposito modulo disponibile on line.
     
  25. Dove deve essere spedita la corrispondenza?
    Tutto ciò che riguarda  il Fondo Pensione Aperto Generali Global deve essere inoltrato al seguente indirizzo
    Generali Itala S.p.A. – Unità Fondi Pensione Aperti
    Via L. Bissolati 23
    00187 ROMA

    Per qualsiasi informazione è disponibile l’indirizzo di posta elettronica
    Fpageneralivita.it@generali.com

    Oppure contattare il seguente numero telefonico dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,30:
    041-2599890