Attenzione

Scopri l'assistenza generali

Tutte le faq
Area clienti - domande frequenti sulla tua area riservata
 
Lavoriamo tutti i giorni per migliorare la qualità dei nostri servizi e l’esperienza dei nostri Clienti
: l’ascolto della voce del Cliente è il nostro impegno costante e la chiave della nostra strategia.
I nostri Agenti sono a tua disposizione per risolvere ogni criticità tu possa aver riscontrato: puoi comunque sempre rivolgerti a noi per sporgere un Reclamo.
Ogni segnalazione è importante: sarà gestita con la massima cura, con l’obiettivo di ristabilire il rapporto di fiducia e considerata come spunto per migliorare i nostri servizi.


La tua Agenzia di riferimento è a disposizione per assisterti nella risoluzione di ogni criticità relativa alla gestione delle tue polizze e/o sinistri. Tuttavia, se non fossi soddisfatto e volessi sporgere reclamo nei confronti della Compagnia o dell’Intermediario (Agente, suoi dipendenti e collaboratori), puoi compilare l’apposito form sottostante

FORM RECLAMI ONLINE
Con il form in questa pagina puoi inoltrare reclami che riguardano solo ed esclusivamente Generali Italia.
Per segnalazioni relative ad altre società del Gruppo Generali (ad esempio Banca Generali, Genertel, ecc.) consulta la sezione Assistenza Clienti del rispettivo sito o chiama il numero verde dedicato.  

Tipo di cliente


PERSONA GIURIDICA

PERSONA FISICA


DATI
{{$select.selected.text || polizzeContainer.placeholder}}{{polizza.text}}
{{$select.selected.text || provinceContainer.placeholder}}{{province.text}}
{{$select.selected.text || browserUsed.placeholder}}{{browser.text}}
{{$select.selected.text || deviceContainer.placeholder}}{{device.text}}
Digitare il testo visualizzato:
Puoi inoltre inviare la tua segnalazione in forma scritta, con la descrizione dei fatti, il numero di polizza o di sinistro interessato ed ogni riferimento utile ad identificare il contraente/assicurato (codice fiscale, nome, cognome, recapiti, …) ad uno dei sottostanti recapiti: 
  • E-mail reclami.it@generali.com;
  • Generali Italia S.p.A. - Tutela Cliente – Via Leonida Bissolati, 23 – 00187 Roma;
  • Fax 06.84833004.
La funzione aziendale Tutela Cliente è incaricata della gestione dei reclami. La normativa di riferimento concede 45 giorni entro i quali fornire una risposta al reclamo, con una possibile sospensione fino a 15 giorni per le integrazioni istruttorie in caso di reclamo riferito ai comportamenti degli Agenti e dei loro dipendenti e collaboratori.

Sarà tuttavia nostra cura provvedere a fornirti una risposta il prima possibile. Qualora non fossi  soddisfatto dell'esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nei termini previsti, potrai rivolgerti all'IVASS (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) - Servizio Tutela degli Utenti - via del Quirinale, 21 - 00187 Roma, compilando il presente modulo e allegando la documentazione relativa al reclamo trattato dalla Compagnia. In questi casi e per i reclami che riguardano l'osservanza della normativa di settore da presentarsi direttamente all'IVASS, nel reclamo deve essere indicato:  
  • nome, cognome e domicilio del reclamante, con eventuale recapito telefonico;
  • individuazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
  • breve descrizione del motivo di lamentela;
  • copia del reclamo presentato all’impresa di assicurazione (o all’intermediario) e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa;
  • ogni documento utile per descrivere più compiutamente le relative circostanze.
Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito www.ivass.it

Reclami relativi a Forme pensionistiche complementari (PIP e Fondi pensione aperti) 
Qualora la Compagnia non ti abbia fornito una risposta entro 45 giorni dal ricevimento della richiesta oppure se ritieni la risposta fornita non soddisfacente, è possibile scrivere alla COVIP - Commissione di vigilanza sui fondi pensione - Piazza Augusto Imperatore, 27 – 00186 Roma. Troverai più dettagliate informazioni sulle modalità di invio nel sito www.covip.it

Reclami per questioni attinenti alla trasparenza informativa dei Prodotti Finanziario-Assicurativi di tipo Unit-Linked, Index-Linked e Capitalizzazione 
Allo stesso modo, qualora non ti ritenessi soddisfatto dall'esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di 45 giorni potrai rivolgerti alla CONSOB - consob@pec.consob.it, Via G.B. Martini, 3  - 00198 Roma, telefono 06.84771 o Via Broletto 7, 20123 Milano, telefono 02.724201, corredando l'esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Compagnia. 
 
In relazione alle controversie inerenti la quantificazione dei danni e l'attribuzione della responsabilità ti ricordiamo che permane la competenza esclusiva dell'Autorità Giudiziaria, oltre alla facoltà di ricorrere a sistemi alternativi di risoluzione delle controversie previsti a livello normativo o convenzionale.
 
I sistemi alternativi per la risoluzione delle controversie previsti da disposizioni normative sono:
 
  • la negoziazione assistita (L.10/11/2014, N. 162), che può essere avviata tramite richiesta del proprio avvocato alla Compagnia. Ti ricordiamo che, in caso di controversia in materia di risarcimento del danno da circolazione dei veicoli e dei natanti, la procedura della negoziazione assistita è necessaria in quanto prevista dalla legge come condizione di procedibilità dell’eventuale azione giudiziaria. Potrai inoltrare la richiesta di stipulazione della convenzione a:
  • la  mediazione, obbligatoria, in quanto prevista come condizione di procedibilità dalla legge per le controversie in materia assicurativa (escluse le quelle in materia di risarcimento dei danni da circolazione dei veicoli e dei natanti), che può essere avviata presentando istanza ad un Organismo di Mediazione tra quelli presenti nell’elenco del Ministero della Giustizia, consultabile sul sito www.giustizia.it. Potrai inoltrare le istanze di mediazione nei confronti della Società per iscritto a:
    • Generali Italia S.p.A., Ufficio Atti Giudiziari (Area Liquidazione) - Via Silvio d'Amico, 40 - 00145 Roma
    • Fax 06.44494313
    • Pec: generali_mediazione@pec.generaligroup.com
  I sistemi alternativi per la risoluzione delle controversie di natura convenzionale sono:
 
  • la perizia contrattuale, per controversie sulla determinazione e stima dei danni nell’ambito delle polizze contro il rischio di danno a beni, secondo le modalità previste dalle Condizioni di Assicurazione;
  • l’arbitrato, per controversie di natura medica relative a polizze per il rischio di infortuni o malattie, secondo le modalità previste dalle Condizioni di Assicurazione.
Potrai inoltrare l’istanza di attivazione della perizia contrattuale o dell’arbitrato a:
Generali Italia S.p.A. - Via Marocchesa, 14 - 31021 Mogliano Veneto (TV)
Pec: generaliitalia@pec.generaligroup.com
 
  • la conciliazione paritetica per i sinistri RCA, per alcune tipologie di contenzioso RCA previste dall’Accordo ANIA del 2001 con le Associazioni dei Consumatori e specificamente nei casi di diniego di offerta o di offerta non congrua, anche se accettata a titolo di acconto, purché la richiesta di risarcimento non sia superiore a € 15.000,00. La Conciliazione paritetica nasce da un accordo tra ANIA e alcune Associazioni di Consumatori e per accedere alla stessa il consumatore può avvalersi direttamente del link www.conciliazioneaniaconsumatori.it presente sul sito di ANIA. Le indicazioni relative alla procedura di conciliazione delle controversie sono dettagliate all’interno dei siti www.ivass.it (alla sezione “Per i Consumatori”) e www.ania.it (alla sezione “Servizi”).
  • il ricorso all’ACF (“Arbitro per le Controversie Finanziarie”) per le controversie relative all’offerta in sottoscrizione e al collocamento delle polizze di Ramo III (Index Linked, Unit Linked) e di Ramo V (Capitalizzazione), collocate direttamente dall’impresa o tramite promotori o sportello bancario (e dunque ad eccezione di quelli intermediati da Broker e Agenti), istituito presso la Consob, per le controversie (fino ad un importo richiesto di 500.000 euro) relative alla violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli Investitori/Contraenti, nell’ambito della prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva del risparmio. Per maggiori dettagli anche in merito alle modalità di predisposizione e trasmissione del ricorso all’Arbitro, si rinvia al sito web dell'ACF (www.acf.consob.it).