Home

Cane Maltese: consigli per garantirgli salute e bellezza

Fin dalla sua nascita, questa razza è stata una delle più apprezzate. Anche se il nome può far pensare a all'isola di Malta, il cane maltese ha sì origini mediterranee, ma è da considerare a tutti gli effetti una razza italiana.

Introdotta nella nostra penisola dai fenici più di 2000 anni fa, era diffusa già nell'antica Roma, ma è solo nel diciassettesimo secolo che l'uomo ha iniziato a incrociare e allevare esemplari di cani maltesi per renderli sempre più piccoli. Fino ad arrivare al 1954, quando, il puro cane bianco maltese fu accettato come ufficiale dalla Federazione Cinologica Internazionale, la quale stabilì l'Italia come principale paese sviluppatore e allevatore.


Consigli per una buona salute


L’aspettativa di vita media di un cane maltese è abbastanza alta: tra i 12 e i 15 anni, ma può arrivare fino ai 18. Il suo punto debole è l’apparato gastrointestinale. Va quindi curata la dieta e va fatta attenzione anche alla salute del cavo orale.

La sua bellezza e dolcezza rendono il cane maltese un animale perfetto per qualsiasi stile di vita. Tuttavia, nonostante le sue piccole dimensioni e il suo aspetto tenero, è un cane forte e dinamico, a cui piace molto giocare. Ha bisogno quindi di correre e di essere portato a spasso almeno una volta al giorno, altrimenti potrebbe soffrire. In passato, infatti, viveva nelle città costiere dove si dedicava a inseguire e cacciare topolini e gatti. I suoi giochi preferiti, dunque, sono quelli aerobici, come pupazzi, corde e palline.

Come quasi tutti i cani di piccola taglia, anche il maltese ha una certa tendenza a ingrassare. Per mantenere il peso medio attorno ai 3-4 kg, oltre al movimento è importante garantirgli un’alimentazione equilibrata, alternando cibi secchi a quelli umidi: due pasti al giorno, ricchi di proteine, possono bastare.


Bellezza e igiene del cane maltese


La caratteristica estetica che rende unico il cane maltese è la sua folta chioma bianca. Proprio la sua principale virtù è però anche la sua debolezza. Il soffice pelo bianco, infatti, tende a sporcarsi facilmente.

Il maltese non effettua una totale muta in primavera o in autunno, quindi non perde molto pelo. È però consigliabile effettuare una spazzolatura quotidiana con pettini a denti larghi e stretti per evitare la formazione di nodi. Il lavaggio, invece, va svolto in maniera periodica, ma non troppo frequente: un paio di volte all'anno sono sufficienti. Inoltre, per un pelo morbido e lucido è bene utilizzare shampoo e balsami specifici.

Per il resto è sufficiente passare un panno umido ogni tanto, soprattutto nella zona degli occhi qualora si presentasse un eccesso di lacrimazione e su muso e baffi dopo mangiato. Il cane maltese, infine, è bello sia con pelo lungo che corto. Per chi preferisse questa opzione, una tosatura un paio di volte all'anno è più che sufficiente.

A differenza di microchip e libretto sanitario, assicurare il cane è obbligatorio solo per alcune razze, e il maltese non è fra queste. Tuttavia, può essere molto utile per ridurre i costi e vivere più sereni. Il padrone, infatti, è civilmente e penalmente responsabile per le azioni del proprio animale e l’assicurazione lo tutela anche quando è affidato ad altri, per esempio, durante il periodo delle vacanze. Un investimento per la serenità di cane e padrone.