Home

Caratteristiche e cura del gatto siberiano: il gatto ipoallergenico

Con l’aumento della popolazione urbana, che occupa gli alloggi non proprio ampissimi delle nostre città, il gatto è diventato l’animale da compagnia più diffuso. Chi ama gli animali spesso propende per un gatto domestico, poiché meno impegnativo e ingombrante del cane. Tuttavia, in molti devono rinunciare all'affetto di un micio perché affetti da allergia. Il gatto siberiano rappresenta una buona soluzione, essendo, infatti, una razza ipoallergenica.


Cani e gatti da sempre si dividono l’affetto della popolazione ed è difficile fare una stima esatta del numero di esemplari presenti nelle case degli italiani. L’assenza di una anagrafe nazionale e dell’obbligo di registro impedisce di conoscerne la reale presenza. Tuttavia, si stimano almeno sette milioni di esemplari in Italia.

 


Una razza ipoallergenica


Si stima che circa 1 persona su 10, e il 50% dei bambini asmatici, soffra di forme più o meno acute di allergia ai gatti. Per questo molti genitori si vedono costretti a negare la possibilità di un animale di compagnia ai loro figli, nonostante le strazianti richieste che puntualmente ricevono ad ogni Natale.


L’allergia ai gatti non è dovuta, come si crede, dal pelo, ma dalla proteina Fel d1 che gli animali producono e spargono quando si leccano. Alcuni esemplari e razze ne producono di più di altre, mentre le ghiandole sebacee del gatto siberiano sono quasi incapaci di produrne.


Il gatto siberiano è una razza a pelo lungo o medio-lungo dal carattere attivo e fiero, gli piace giocare in casa e non ama la solitudine. Non ha problemi di convivenza con altri animali ed è perfetto per i bambini e oggi viene addirittura utilizzato come animale da pet therapy.

 


Il gatto che viene dal freddo


Come il suo nome indica, il gatto siberiano proviene dalle gelide steppe russe, Paese di cui è uno degli animali simbolo e tra i più amati dalla popolazione. Il sottopelo idrorepellente la rende una razza ideale per i climi più freddi. In Italia si è diffuso solo da pochi anni e non è ancora semplicissimo trovarlo. Per questo è consigliabile ricorrere a canali autorizzati ed allevatori dalla comprovata reputazione. Meglio fare il test per accertarsi che risponda a tutte le caratteristiche standard della razza.


Il pelo del gatto siberiano ha bisogno delle cure tipiche di ogni razza dalla folta chioma. Quindi è bene abituarlo fin da piccolo alla spazzolatura settimanale e, nel caso si formassero nodi troppo intricati, si può pensare di tagliarli con le forbici. Uno dei tratti più caratteristici del gatto siberiano è senza dubbio la sua affascinante corona di pelo attorno alla testa. Anche questa va curata con attenzione, perché può impedire al gatto di arrivare con la lingua a pulire tutte le zone del collo.

 


Salute e alimentazione del gatto siberiano


Il gatto siberiano raggiunge una stazza considerevole, che per i maschi può significare un peso tra i 7 e i 9 chilogrammi. Per evitare che ingrassino troppo, è opportuno dotarsi di strutture su cui potersi arrampicare. È un animale attivo e muscoloso, buon cacciatore, per questo va favorito il suo movimento. Per quanto riguarda l’alimentazione, il gatto siberiano mangia sia cibo fresco, come carne cruda e pesce bollito, sia cibo confezionato. È importante che assuma un apporto costante di proteine.


Il gatto siberiano è un gatto robusto e dotato di buona salute. Ha una vita lunga che in media raggiunge i 15 anni. Anche per questo può essere una buona idea decidere di assicurarlo. Esistono due tipi di assicurazioni per i gatti: RC che copre la responsabilità civile verso terzi, siano essi persone o cose, e assicurazione di carattere preventivo sanitario che copre eventuali spese per malattie e per la salute del gatto e del suo proprietario. Scopri la nostra soluzione Immagina Adesso pensata per i nostri amici animali.