Home

Come guidare la moto in sicurezza quando piove

Per chi ama la moto, l’Italia per fortuna, ha un clima che consente di spostarsi sulle due ruote praticamente tutto l’anno. La temperatura difficilmente è così rigida da impedire agli appassionati di salire in sella o ai semplici pendolari di districarsi nel traffico quotidiano.

Anche le precipitazioni possono dirsi accettabili. Niente a che vedere con il nord Europa, dove piove quasi tutti i giorni! Tuttavia, guidare una moto sull'asfalto bagnato può essere rischioso. La pioggia infatti è insidiosa e ed è necessario essere prudenti e preparati.

Per questo è necessario contare sull'equipaggiamento giusto, sia a livello di abbigliamento, che di accessori. Inoltre, bisogna essere dei piloti esperti, perché guidare la moto su una superficie bagnata può fare brutti scherzi.


L’abbigliamento da indossare quando piove


Nelle giornate di pioggia la soluzione ideale è avere a disposizione un paio di pantaloni e una giacca impermeabili. Oggi se ne producono di molto sottili, che occupano davvero poco spazio, e possono essere tranquillamente conservati nel bauletto e tirati fuori quando necessario. È meglio comprare i vestiti impermeabili di una taglia in più, in modo da poterli indossare facilmente sopra gli abiti normali.

Una buona alternativa è rappresentata dal tessuto termico, perfetto per non bagnarsi le gambe e rimanere caldi. Anche in questo caso, in commercio ne esistono di diversi modelli, tutti facilmente indossabili durante la guida.

Le tute intere da motociclista sono senz'altro la soluzione più efficace, ma sono un po’ più scomode ed è meglio indossarle già in casa se il tempo minaccia pioggia. Inoltre, sono indicate più per viaggi medio-lunghi che per gli spostamenti quotidiani.


Gli accessori per la pioggia


Per garantirsi una buona visibilità è possibile installare il pinlock, un piccolo schermo con un bordo in silicone che aderisce alla faccia interna della visiera del casco, creando così una camera d'aria sigillata che ne evita l’annebbiamento. Allo stesso modo, un copri naso impedisce all'aria che espiriamo di impattare sulla visiera, appannandola.

Per quanto riguarda i pneumatici, i modelli misti, dotati di buone scanalature, sono la soluzione per non rischiare durante le giornate di pioggia. I solchi sulla gomma, infatti, drenano ed espellono l’acqua in eccesso sulla superficie del battistrada. Una mescola mista è la soluzione più comoda perché si adatta a tutte le condizioni e non obbliga a cambiare le gomme troppo spesso.

Per chi però affronta lunghi viaggi in moto è opportuno sostituire i pneumatici dopo l’estate, la stagione secca, infatti, consuma i battistrada.


Il momento peggiore per guidare sul bagnato è quando iniziano a cadere le prime gocce, perché la soglia di attenzione non è alta come nel pieno del fenomeno e perché sull'asfalto si forma un velo viscido molto scivoloso. Ovviamente, sul bagnato occorre adottare uno stile di guida più prudente e dolce, moderando la velocità e l’accelerazione. Si deve poi aumentare l’attenzione, mantenendo entrambe le mani ben salde sul manubrio, le luci accese e rispettare al massimo la distanza di sicurezza.

È buona norma anche tentare di anticipare e prevedere i movimenti degli altri conducenti, perché la velocità di reazione sotto la pioggia si abbassa. Per quanto riguarda lo stile di guida, è consigliabile "piegare" il meno possibile, per aumentare la superficie di contatto del pneumatico con l’asfalto ed evitare eventuali scivolate.

Per non soffrire l’effetto aquaplaning si devono evitare le pozzanghere. Se ciò non fosse possibile, bisogna ricordarsi di non frenare mai sull'acqua e mantenere una velocità costante durante l’attraversamento. Evitare poi le manovre brusche, ma essere sempre dolci, specialmente in accelerazione quando la gomma potrebbe slittare. È da preferire l’uso del freno posteriore rispetto a quello anteriore e le frenate, così come le accelerazioni, devono essere il più possibile morbide e anticipate, specialmente in curva. Infine, va prestata particolarmente attenzione alla segnaletica orizzontale, poiché è molto frequente scivolare sulla vernice posta sul suolo.

I migliori trucchi per viaggiare sicuri in moto in ogni condizione sono comunque sempre la prudenza e l’esperienza e una copertura assicurativa che ci tuteli.