Home

Tutto quello che devi sapere per la manutenzione della tua moto

Spesso la relazione che si instaura con la propria moto va oltre quella tra proprietario e mezzo di trasporto. La moto è una vera e propria passione. È un legame forte e viscerale. Per questo, un vero appassionato ha bisogno di affidarsi a persone di fiducia e desidera conoscere tutto ciò di cui può aver bisogno per poter svolgere una corretta manutenzione della moto. Per viaggiare sempre sicuri ed essere certi di avere il massimo delle prestazioni.

 


Affidarsi a un meccanico di fiducia


La cura della propria moto è una cosa seria, che non può essere affidata a chiunque. Occorre scegliere un meccanico di fiducia, cui si possa ricorrere facilmente. In Italia esiste una rete capillare di officine meccaniche. Nel 2016 (ultimi dati disponibili) secondo l’Osservatorio Autopromotec in tutto il nostro Paese gli autoriparatori erano 86.499. La ricerca rivela anche che nel 75% dei casi gli italiani preferiscono il meccanico di fiducia all'officina della concessionaria.


Questo si deve alla necessità che ogni motociclista avverte di creare un rapporto diretto con chi si occupa della 'salute' della propria moto. Contare su un meccanico di fiducia è un bene prezioso, poiché non si tratta solo di ottenere prezzi più convenienti, ma di conoscere direttamente le persone con cui si ha a che fare, così da non dover temere sorprese, soprattutto per coloro che non vantano nozioni specifiche.


Scegliere un meccanico di fiducia è un elemento essenziale per tutti coloro che vivono la moto come grande passione. Occorre selezionare qualcuno con cui instaurare un rapporto quasi familiare, perché alle sue mani verrà affidata la cura di qualcosa che rappresenta molto di più di un semplice mezzo di trasporto.

 


Manutenzione fai da te


Tuttavia, la cosa migliore per un vero appassionato di moto è quella di conoscere a fondo il proprio mezzo ed essere, almeno in parte, autosufficiente, per poter far fronte a qualsiasi tipo di imprevisto.


D’altra parte, la passione per la moto non significa solo guidare, ma anche saper curare il proprio veicolo, come quando si coltiva una bella pianta.


Elementi da controllare prima di mettersi in viaggio per una manutenzione della moto ottimale.

  • l battistrada non devono raggiungere il limite di 1,6 mm di pressione. Oltre questo valore vanno sostituite le gomme. La pressione va controllata ogni due settimane anche perché varia a seconda della temperatura esterna.
  • La batteria della moto si può scaricare quando è soggetta a riposo per lunghi periodi. Per questo è meglio staccarla se si è sicuri di non usare la moto per un lungo periodo. La batteria, inoltre, deve avere una tensione compresa tra i 12,1V e i 12,9V, diversamente è necessario ricaricarla.
  • L’olio dei freni va sostituito almeno ogni 5.000 chilometri. Va cambiato a motore caldo, ma spento. Stessa cosa per il liquido di raffreddamento dei freni.
  • Il livello dell’olio motore va verificato ogni 100 chilometri. Non deve essere né troppo alto, né troppo basso.

  • Alla base della passione di ogni motociclista deve esserci la sicurezza. Disporre delle nozioni necessarie per la manutenzione della moto e il supporto del proprio meccanico di fiducia sono valori fondamentali per ogni vero appassionato delle due ruote.


    Diventa quindi opportuno per ogni viaggio scegliere un’assicurazione che offra un servizio per il trasporto e il recupero della moto incidentata, così da poterla riconsegnare in mani fidate.


    Questa garanzia è importante soprattutto per i motociclisti che si avventurano in viaggi a lunga distanza e che quindi si possono trovare in difficoltà lontani da casa.