Home

Posizioni yoga per principianti di tutte le età

In Italia oltre 2 milioni di persone praticano yoga, un numero notevole per un’attività che è arrivata in Occidente solo da poco tempo. Anche noi italiani abbiamo compreso quanto lo yoga possa aiutare a riscoprire il benessere fisico e mentale.

 

Ma è un’attività adatta a tutti? Dai bambini, agli anziani, passando per gli atleti, lo yoga può essere praticato da tutte le persone senza limiti di età. Ecco qualche semplice esercizio per entrare in contatto con questa disciplina millenaria e iniziare a praticarla sin da ora.

 


3 posizioni yoga semplici e per tutte le età


Innanzitutto è utile sottolineare che una combinazione di asana (posizioni) e pranayama (esercizi di respirazione) permette al corpo e alla mente di rilassarsi.

 

Sukhasana


immagine

 

La posizione, facile e piacevole, è utile per iniziare a lavorare sulla respirazione e permette di mettere da parte i problemi e gli che accompagnano la vita di tutti i giorni.

 

Per prima cosa, siediti sul tappetino yoga, piega le ginocchia, incrocia le gambe, posiziona i piedi sotto al ginocchio opposto e chiudi gli occhi. Focalizza la tua attenzione sulla spina dorsale in modo che rimanga in una posizione eretta, insieme al collo e alla testa. Respira lentamente, lascia andare tutti i pensieri e focalizza la tua attenzione solamente su quello che stai facendo. Se dopo qualche minuto ti rendi conto che sei scomodo, cambia incrocio.

 

I benefici di Sukhasana sono numerosi: calma la mente, riduce lo stress, favorisce la respirazione profonda, migliora la postura, rinforza i muscoli e tonifica le articolazioni.

 

Marjariasana


immagine

 

La posizione del gatto è una delle asana più conosciute. Per praticarla devi fare attenzione a come si mettono le mani: devono essere sotto le spalle e alla loro stessa larghezza. Anche le ginocchia devono essere sotto il bacino e alla stessa larghezza dei fianchi. Durante la fase di inspirazione devi abbassare la schiena, allungare la colonna e sollevare la testa guardando verso l’alto. Mentre nella fase di espirazione devi abbassare la testa e sollevare la schiena verso l’alto come per formare una sorta di gobba. La testa deve sempre seguire il movimento della colonna. Ripetere più volte la sequenza. Ma quali sono i benefici? La posizione del gatto permette di: rendere la colonna vertebrale più elastica e flessibile, regolarizzare il ciclo mestruale, migliorare la digestione, ridurre lo stress, calmare la mente e prevenire il mal di schiena.

 

Adho Mukha Svanasana


immagine

 

Passiamo ora alla posizione del cane a testa in giù, che fa parte delle asana del saluto al sole, sequenza molto conosciuta tra gli amanti dello yoga. Posizionati sul tappetino, espirando solleva le ginocchia e porta il bacino verso l’alto. Spingi i talloni verso il tappetino. Premi con il palmo della mani sul tappetino e distendi bene le braccia. Tieni la schiena dritta, allontana le spalle dalle orecchie e avvicina le scapole. La testa deve seguire la colonna vertebrale e deve essere posizionata tra le braccia. Espira ed inspira mantenendo la posizione.

 

I benefici dell’eseguire questa asana sono numerosi: rilassa la mente, allunga i muscoli, rinforza le braccia e le gambe, migliora la digestione, allevia il mal di schiena, aiuta la memoria e la concentrazione, è un ottimo rimedio contro la sciatica e previene l’osteoporosi.

 


Yoga sì, ma in sicurezza


Alcune asana sono molto semplici e donano dei benefici concreti, però è sempre opportuno seguire dei piccoli consigli per praticare yoga in sicurezza, evitando così spiacevoli inconvenienti. Per prima cosa indossa indumenti comodi e non troppo stretti che facilitino la respirazione e non siano d’impedimento durante la pratica. Il tappetino è il tuo fedele compagno, devi perciò scegliere quello più adatto a te. Deve, infatti, garantirti stabilità e aderenza per evitare che tu possa scivolare causando degli infortuni. Non pretendere troppo da te stesso subito: lo yoga è una disciplina che richiede tempo ed esercizio, non sperimentare fin da subito delle posizioni troppo complesse. Inoltre, alcune asana devono essere eseguite con attenzione, per esempio se si soffre di determinate patologie, come la pressione alta, o se si è in momenti delicati della vita come in gravidanza o si ha il semplice ciclo mestruale.

 

Avvicinarsi allo yoga può essere un modo per ritagliare un momento di serenità e riscoprire il benessere fisico e mentale nelle nostre vite.