Principali caratteristiche
La polizza per il Trattamento di Fine Rapporto prevede un Piano per l’accantonamento del TFR in singole posizioni individuali facenti parte di un unico contratto collettivo di risparmio.
 
La finalità della polizza TFR è di coprire gli impegni dell’azienda nei confronti dei propri dipendenti per il pagamento del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) e dei relativi anticipi senza rinunciare ad una forma di risparmio.
1
OGNI COLLABORATORE È ASSICURATO
approfondisci
2
ACCANTONAMENTO DEL TFR SEPARATO DAL RISCHIO DI IMPRESA
approfondisci
3
ALTRI VANTAGGI PER GLI ASSICURATI
approfondisci

OGNI COLLABORATORE È ASSICURATO

La polizza TFR tutela i dipendenti alla cessazione del rapporto di lavoro o in caso di erogazione di un anticipo del Trattamento di Fine Rapporto (per qualsiasi motivo), in qualsiasi momento essi avvengano. Generali mette a disposizione il capitale maturato (o una porzione in caso di anticipo) sulla posizione relativa al dipendente interessato.
Gli accantonamenti del Trattamento di Fine Rapporto possono essere corrisposti in ogni momento senza costi aggiuntivi in funzione della frequenza del versamento e senza vincoli di importo; per questo motivo l’azienda ha la possibilità di pianificare il piano di risparmio senza esserne vincolata.
 
La Polizza TFR è disponibile in due versioni:

  • TFR DIPENDENTI utilizzato dalle aziende anche come forma di incentivo a favore dei dipendenti. I dipendenti infatti sono i beneficiari delle prestazioni del contratto ognuno in relazione alla propria posizione. Ciascun dipendente ha la certezza che il suo TFR è gestito esternamente, ed è al sicuro dal rischio d’impresa. Inoltre, qualora sulla posizione risultasse un capitale maggiore rispetto al TFR dovuto, questa eccedenza andrebbe al dipendente come benefit aggiuntivo
  • TFR AZIENDA utilizzato per la gestione del risparmio aziendale, prevede che il beneficiario di tutte le posizioni sia l’azienda medesima. Dopo un anno dal primo versamento, TFR AZIENDA permette di riscattare il contratto totalmente o parzialmente anche non in relazione al pagamento del TFR. La possibilità di riscattare fino al 50% del capitale maturato, senza penalizzazione, consente di avere a disposizione un capitale liquido garantito accessibile in ogni momento per ogni esigenza aziendale

ACCANTONAMENTO DEL TFR SEPARATO DAL RISCHIO DI IMPRESA

I contributi versati nella polizza assicurativa sono investiti nella Gestione Separata denominata GESAV, gestita sino dal 1979, a cui viene collegata la rivalutazione annuale del capitale investito che si classifica oggi per dimensione tra le prime Gestioni separate in Italia.
 
I contributi investiti si avvalgono delle seguenti garanzie:
 
CONSOLIDAMENTO DEL CAPITALE
Ad ogni rivalutazione annuale, fino alla data di liquidazione, il capitale sarà incrementato in maniera definitiva (consolidamento) delle rivalutazioni derivanti dalla gestione. In questo modo il rendimento che viene riconosciuto alla fine di ogni anno è definitivamente acquisito.
 
RENDIMENTO MINIMO GARANTITO
La Compagnia garantisce comunque, indipendentemente dal rendimento della gestione, un rendimento annuo almeno pari al 0.5% riconosciuto sia alla scadenza della posizione sia in caso di cessazione del rapporto di lavoro.

GARANZIA DI RESTITUZIONE DEI PREMI VERSATI
Il capitale liquidato in caso di cessazione del rapporto di lavoro non può risultare inferiore al totale degli accantonamenti effettuati per quel dipendente anche se questo avvenisse il giorno dopo l’ingresso in assicurazione.

ALTRI VANTAGGI PER GLI ASSICURATI

La polizza TFR prevede ulteriori vantaggi per i dipendenti assicurati:

• In caso di premorienza dell’Assicurato, non verrà applicata alcuna ritenuta sugli interessi maturati se la liquidazione è effettuata a persona fisica.

 
Prima della sottoscrizione leggere il fascicolo informativo

Documentazione
scarica i documenti in formato pdf