Avviso ai Clienti Infortuni Malattia

AVVISO AI CLIENTI

Contratti di assicurazione Infortuni e Malattie – Trasmissibilità agli eredi del diritto all’indennizzo per Invalidità Permanente
 
Con riferimento ai contratti di assicurazione Inf ortuni e Malattia, Generali I talia S.p.A. comunica che, aderendo alle indicazioni formulate da IVASS con Lettera al Mercato del 28 febbraio 2018, si asterrà dall’applicare, ove ancora previste nei documenti contrattuali in uso ed anche con effetto sui contratti in corso, le clausole che in caso di premorienza dell’assicurato escludono la trasmissione agli eredi del diritto all’indennizzo per invalidità permanente.
 
Di conseguenza, in caso di decesso dell’assicurato successivo a sinistro regolarmente denunciato e per cause diverse da quella che ha generato l’invalidità, che avvenga prima della liquidazione dell’indennizzo ma dopo il consolidamento di uno stato di invalidità permanente obiettivamente verificabile o verificato, la società corrisponderà agli eredi l’indennizzo liquidabile sulla base dell’accertamento del grado di Invalidità Permanente desumibile dalla documentazione medica disponibile idonea ad accertare l’intervenuta stabilizzazione dei postumi.

 
Sullo stesso tema è intervenuta l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), con provvedimento del 5 luglio 2018, emanato a conclusione del procedimento CV185 – Generali – Invalidità permanente.

 Allegato al provvedimento dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato del 5 luglio 2018 in materia di tutela amministrativa contro le clausole vessatorie ex art.37 bis del Codice del Consumo (CV185 - Generali - Invalidità permanente).