Detrazione assicurazione casa dal 730Detrazione assicurazione casa dal 730
Magazine

Quali garanzie dell'assicurazione casa si possono detrarre dal 730?

Introdotta dalla Legge di Bilancio 2018, e riconfermata per gli anni successivi, la detrazione dei premi versati per le polizze casa a copertura dei rischi derivanti da eventi calamitosi, è un incentivo alla sottoscrizione di detti contratti, con l’intento di diminuire il peso che tali eventi hanno sulle casse dello Stato.

 

Le polizze assicurative sulla casa, infatti, non sono obbligatorie, quindi è lasciata alla nostra libera scelta la valutazione circa la necessità di tutelare questo tipo di beni.

 

Negli ultimi anni gli eventi sismici che hanno interessato il centro Italia, e le alluvioni che sempre più spesso si abbattono sui nostri territori, hanno fatto crescere l’attenzione su questo tema e hanno posto l’accento sulla necessità di adottare misure preventive adeguate a tutelare il proprio patrimonio immobiliare.

 

Vediamo quindi in cosa consiste questo tipo di polizza, quali rischi copre e quali vantaggi fiscali la legge prevede in caso di sottoscrizione:

  • Assicurazione casa per eventi calamitosi: cos’è e quali rischi copre
  • Vantaggi fiscali dell'assicurazione casa
  • A chi spetta la detrazione dell'assicurazione casa?
  • Come si ottiene la detrazione per l'assicurazione casa?

  • Assicurazione casa per eventi calamitosi: cos’è e quali rischi copre


    Le polizze per eventi calamitosi, catastrofali o calamità naturali, possono coprire i danni provocati da alluvioni, inondazioni, allagamenti, bombe d’acqua (flash floods) e terremoti, ovvero qualsiasi evento naturale violento, sia ai locali dell’unità immobiliare residenziale che alle pertinenze della stessa, nonché al suo contenuto.

     

    Ogni polizza ha caratteristiche differenti che dipendono da diversi fattori e che ne determinano il premio:

  • tipo di immobile: materiale con cui è costruito, numero di piani, valore dell’immobile;
  • ubicazione sul territorio: si pensi, ad esempio, alle zone a rischio inondazioni o alle zone sismiche;
  • rischi coperti: solo eventi calamitosi oppure multirischio.
  • La copertura assicurativa può comprendere i danni materiali e diretti all’immobile e al contenuto dello stesso.

    La polizza generalmente prevede un massimale, cioè la cifra massima che può essere indennizzata, e può prevedere una franchigia, cioè una soglia al di sotto della quale i danni non sono indennizzabili dalla Compagnia assicurativa.

     

    È bene quindi leggere con attenzione tutte le clausole della polizza stipulata che sono riportate nel contratto sottoscritto.

     


    Vantaggi fiscali dell'assicurazione casa


    Secondo la normativa vigente, è possibile portare in detrazione dalla dichiarazione dei redditi il 19% del premio assicurativo versato per la polizza casa per eventi calamitosi.

     

    Questa agevolazione fiscale riguarda le polizze sottoscritte, o rinnovate dopo il 1° gennaio 2018, per assicurare l’abitazione e le relative pertinenze (ad esempio il garage), mentre non è prevista alcuna detrazione se, al contrario, la polizza riguarda solo la pertinenza (ad esempio se la polizza riguarda solo il garage e non anche l’appartamento).

     

    Se la polizza è multirischio, cioè per esempio prevede la copertura di eventi calamitosi e anche la responsabilità civile verso terzi, oppure furto o incendio, allora sarà detraibile il 19% solo per la parte di premio che riguarda la copertura del rischio per eventi calamitosi.

     

    Per questo tipo di detrazione non è previsto alcun limite di spesa, come invece succede per altri tipi di polizze (ad esempio le polizze vita sono detraibili fino ad un tetto massimo di 530 euro).

     

    È bene precisare che anche le polizze stipulate dal condominio, a copertura dei rischi per eventi calamitosi per l’intero fabbricato, rientrano nella previsione legislativa. In questo caso sarà detraibile il 19% della quota di premio della singola unità abitativa e pertinenze.

     

    Nel caso vengano svolti interventi contro il rischio sismico che beneficiano del Superbonus 110%, la cessione del relativo credito d’imposta ad una Compagnia assicurativa con contestuale stipula di una polizza per eventi calamitosi, consente di portare in detrazione il premio pagato in misura pari al 90%.

     

    Le assicurazioni casa per eventi calamitosi godono di un ulteriore vantaggio fiscale: non sono soggette alla tassazione del 22,25% del premio totale, prevista per la sottoscrizione della polizza assicurativa.

     


    A chi spetta la detrazione dell'assicurazione casa?


    Altro punto fondamentale riguarda il soggetto a cui spetta la detrazione.

     

    La detrazione spetta al contraente della polizza, indipendentemente dall’intestazione dell’immobile oggetto della stessa, poiché l’agevolazione è riferibile al bene, anziché alla persona.

     


    Come si ottiene la detrazione per l'assicurazione casa?


    Per ottenere la detrazione bisogna indicare nel 730 le spese sostenute per l’assicurazione casa contro rischi da eventi calamitosi.

     

    Il contribuente deve certificare i premi versati nell’anno contributivo di riferimento mediante le ricevute di pagamento e l’attestazione che la Compagnia assicurativa invia ogni anno, e che deve indicare:

  • tipo di polizza;
  • nome del contraente;
  • decorrenza della polizza;
  • importo fiscalmente detraibile.
  • In caso di polizze condominiali: dichiarazione dell’amministratore di condominio che attesti la quota del premio riferito a ciascun condomino e che lo stesso sia stato effettivamente pagato (in alternativa a tale certificazione sarà necessario esibire tutta la documentazione inerente alla spesa sostenuta).

     

    La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto inoltre la tracciabilità dei pagamenti da portare in detrazione, quindi è fondamentale che il pagamento del premio venga effettuato mediante:

  • bonifico bancario o postale;
  • assegno bancario o circolare;
  • carta di credito;
  • bancomat.