L’antifurto satellitare per l’auto
Magazine

Antifurto satellitare per auto: come funziona

I furti d'auto sono sempre all'ordine del giorno: vuoi per un florido mercato estero dei veicoli rubati, o vuoi perché, per determinati modelli, la domanda di pezzi di ricambio di dubbia provenienza è elevata.

 

L'antifurto satellitare è una soluzione efficace per questo problema, anche se vi sono degli elementi che è opportuno valutare e che non garantiscono una protezione al 100% dai furti.

 

In questo articolo vedremo:

  • Cos'è un antifurto satellitare?
  • Antifurto satellitare e ladri hi-tech
  • Assicurazione con antifurto satellitare

  • Cos'è un antifurto satellitare?


    L'antifurto satellitare è un sistema che si basa sui satelliti GPS, Global Positioning System, che permette di localizzare, ovunque nel mondo, il veicolo su cui è installato.

     

    In sostanza, il sistema satellitare consente di tracciare il veicolo attraverso un collegamento allo smartphone del proprietario, ma in molti casi anche ad una centrale operativa che si occupa direttamente di allertare le forze dell'ordine, nel caso in cui il veicolo venga manomesso o trafugato.

     

    L'applicazione di questa tecnologia riguarda non solo le vetture private, ma anche le flotte aziendali, bus, camion, furgoni, moto e addirittura le biciclette (per via delle dimensioni sempre più ridotte dei dispositivi di rilevamento).

     

    Localizzazione GPS

    Il sistema antifurto ha tre componenti fondamentali:
  • il modulo GPS, collegato ai satelliti;
  • il modulo GSM, collegato ai dispositivi mobili del proprietario attraverso una SIM gestita con un'utenza telefonica;
  • la centralina elettronica che gestisce le comunicazioni da e per il veicolo.
  • L'intero sistema di comunicazione così delineato, consente al proprietario o alle forze dell'ordine di localizzare il veicolo e recuperarlo.

     

    Le dimensioni dell'intero impianto sono abbastanza ridotte: si tratta di una scatoletta grande all'incirca come il palmo di una mano, oltre ai cavetti per il collegamento all'auto.

     

    Il sistema va posizionato nell'abitacolo in modo da occultarlo alla vista dei malintenzionati, ma non deve essere inserito dove ci sono soltanto parti metalliche, poiché il segnale risulterebbe schermato. L’installazione può essere fatta in autonomia o con l’ausilio di un installatore specializzato, a seconda dei modelli.

     

    Costo antifurto satellitare

    Il prezzo può variare molto, si va dai 20 euro dei semplici localizzatori GPS ai 300 euro dei sistemi più complessi.

     

    Bisogna poi mettere in conto la necessità o meno di manodopera per l'installazione, a seconda della complessità del sistema antifurto adottato.

     

    Altre possibili applicazioni dell'antifurto satellitare

    Questo sistema, oltre a scongiurare i furti, può essere utilizzato per altre interessanti applicazioni legate al veicolo.

     

    Ad esempio, per il tracciamento dei prodotti trasportati su camion o furgoni, oppure per gestire la localizzazione dei veicoli appartenenti alle flotte aziendali.

     


    Antifurto satellitare e ladri hi-tech


    Si tratta sicuramente del sistema di sicurezza più efficace, e in molti casi un'opportunità per ridurre il premio assicurativo: sempre più spesso, infatti, le Compagnie ne favoriscono l'installazione attraverso una scontistica dedicata.

     

    Ma l'antifurto satellitare non protegge al 100% dai furti, questo perché è un sistema che presta il fianco ai ladri esperti in tecnologia, in una continua rincorsa tra produttori e malintenzionati a raffinarne le funzionalità e le modalità di intrusione.

     

    Chi ha intenzione di rubare un'auto provvista di un antifurto del genere, infatti, si dota di un jammer, ovvero un disturbatore di frequenze ideato in ambito militare che isola il veicolo impedendogli di comunicare con la centrale operativa o le app del proprietario, ostacolando in questo modo le operazioni di recupero.

     

    Sistemi antifurto multipli

    Una soluzione al problema dei ladri hi-tech, è quella di stratificare i sistemi antifurto, abbinando a quello satellitare anche i blocchi elettronici, che in caso di intrusione impediscono al veicolo di avviarsi.

     

    O ancora utilizzare sistemi di comunicazione diversi, magari a corto raggio con i dispositivi in possesso del proprietario, che non possono essere disturbati dai jammer.

     

    E infine combinare il satellitare con un antifurto volumetrico, che scatta con una sirena e un blocco del veicolo al minimo tentativo di manomissione.

     


    Assicurazione con antifurto satellitare


    Come già accennato, le Compagnie assicurative possono prevedere uno sconto in caso di acquisto e installazione di un antifurto satellitare con localizzatore GPS.

     

    Ma oltre alla scontistica ovvia sulle polizze furto e incendio, in molti casi si prevede quella legata alla polizza RCA.

     

    La riduzione del premio è prevista perché in caso di sinistro, grazie al sistema antifurto, la compagnia ha maggiori informazioni per ricostruire la dinamica dell’incidente.

     

    Ad esempio, può interrogare il sistema per conoscere la velocità esatta a cui viaggiava il veicolo e la direzione verso cui andava al momento dell'urto, insomma informazioni puntuali e che possono contribuire ad individuare i reali responsabili del sinistro.

    Per questo motivo l'antifurto viene chiamato anche scatola nera.