RC auto familiare
Magazine

Come funziona la RC auto familiare per l'assicurazione auto

La RC auto familiare, detta anche Bonus Familiare, è una estensione della cosiddetta Legge Bersani, che consente di sottoscrivere o rinnovare una polizza fruendo della classe di merito più vantaggiosa presente fra i diversi veicoli - auto o moto che siano - assicurati nell'ambito del medesimo nucleo familiare.

 

L'introduzione della RCA familiare di fatto supera la Legge Bersani, dal momento che la ricomprende totalmente ampliandone il raggio d'azione.

 

Indice

  • Cos'è la RC auto familiare
  • Come funziona il sistema Bonus Malus?
  • Chi può usufruire della RC auto familiare
  • Come usufruire della RC auto familiare

  • Assicurazione auto: cos'è la RC auto familiare?


    La RC auto familiare o Bonus Familiare è entrata in vigore il 16 febbraio 2020.

    La modifica dell'art. 134 del Codice delle Assicurazioni (CAP) ha portato a un'estensione di quanto già previsto con la precedente Legge Bersani, che dal 2007 consentiva di stipulare una polizza RC auto o moto utilizzando la stessa classe di merito (CU) di un veicolo di proprietà dell’acquirente - o di un componente del nucleo familiare - già assicurato.

     

    Era però limitata al solo caso di nuovo acquisto e tra veicoli della medesima tipologia, ad esempio auto con auto. In sostanza con la RC Familiare è ora invece possibile utilizzare la classe di merito più bassa presente in famiglia non solo per la stipula di un contratto per il nuovo veicolo acquistato, ma anche per rinnovare una polizza RC auto di un veicolo già di proprietà, anche se di diversa tipologia rispetto a quello da cui “ereditare” la classe di merito.

     

    Un’opportunità vantaggiosa soprattutto per i neopatentati o neo assicurati che per via del sistema Bonus Malus sono particolarmente penalizzati sui costi della RC.

     

    Come funziona il sistema Bonus Malus?

    Il sistema Bonus Malus, infatti, prevede per le assicurazioni auto 18 classi di merito, in ordine decrescente di convenienza: la prima classe è quella meno costosa, la 18esima la più cara.

     

    In base alla sinistrosità dell’assicurato, la classe cambia di anno in anno e, sempre sulla base della sinistrosità dell'assicurato, le classi di merito si modificano così:

  • due categorie in più, con conseguente aumento dei costi della RCA, se l’assicurato è responsabile di un incidente;
  • una categoria in meno, dunque costi più bassi, se l’assicurato non causa alcun incidente.
  • I nuovi assicurati, poi, accedono alla RC auto partendo di default dalla 14esima classe.

     


    Chi può usufruire della RC auto familiare?


    Per poter sfruttare questo vantaggio, occorre soddisfare alcune condizioni:

  • chi intende assicurare un veicolo usufruendo di questa agevolazione, deve essere anche il proprietario del veicolo dal quale si intende ereditare la classe di merito, oppure un componente stabilmente convivente del suo nucleo familiare, quindi appartenente al medesimo stato di famiglia;
  • la polizza da cui si intende ereditare la classe di merito non deve essere scaduta;
  • la classe di merito non deve appartenere a un familiare defunto;
  • possono fruire della legge le sole persone fisiche, mentre non è previsto questo beneficio per le società.
  • Rispetto a quanto era previsto dalla così detta Legge Bersani, la RC auto familiare introduce dunque delle novità, in particolare:

  • è possibile utilizzare la miglior classe di merito presente nel nucleo familiare anche per il rinnovo della polizza su un veicolo già di proprietà, mentre prima del 2020 il beneficio valeva solo per le auto appena acquistate - nuove o usate che fossero;
  • l'eredità della classe di merito può essere utilizzata anche tra veicoli di tipologie diverse - ad esempio utilizzando la classe di un'auto per assicurare una moto.
  • Tuttavia, la legge pone una nuova condizione, dato che è possibile fruire del beneficio anche in fase di rinnovo: chi vuole ereditare la classe di merito più vantaggiosa, non deve avere sul proprio attestato di rischio nessun sinistro con responsabilità esclusiva o principale o paritaria nei 5 anni precedenti.

     


    Come usufruire della RC auto familiare?


    Per poter utilizzare questo beneficio occorre rivolgersi direttamente alla Compagnia di assicurazioni prescelta per la stipula della polizza RC auto e consegnare i seguenti documenti:

  • documento di identità del nuovo proprietario dell'auto;
  • libretto di circolazione del veicolo;
  • documento di identità del familiare dal quale si sceglie di ereditare la classe di merito;
  • stato di famiglia;
  • attestato di rischio del familiare che si trova nella classe di merito più vantaggiosa.
  • Detto questo, l'iter per la sottoscrizione della polizza è lo stesso anche in termini di tempo.

    Precisiamo che se il proprietario del veicolo da cui si intende acquisire la classe di merito è lo stesso del veicolo che la erediterà, non sarà necessario nessun documento aggiuntivo.

     

    Attenzione! Fruire della medesima classe di merito non è garanzia di pagamento dello stesso importo rispetto al premio assicurativo. Questo perché la formazione delle tariffe si basa anche sulla CU ma non solo su quella - ad esempio contano l'età e la residenza dell'assicurato e le caratteristiche del veicolo.