Magazine

Tutti i pro e i contro delle case prefabbricate

Il mercato immobiliare italiano ha visto negli ultimi anni l’ingresso di un nuovo attore che, sebbene occupi ancora una piccola parte del settore, sta crescendo in modo esponenziale: sono le case prefabbricate o modulari. La casa prefabbricata è una tipologia di costruzione che si basa sull'utilizzo di moduli costruiti in azienda e successivamente assemblati direttamente sul luogo di destinazione finale. Si tratta di un'alternativa sempre più solida alla costruzione convenzionale.


Oggi l’Italia occupa il quarto posto in Europa, dopo Germania, Regno Unito e Svezia per la produzione di edifici prefabbricati in legno.

 


I vantaggi delle case prefabbricate


Tra i principali vantaggi delle case prefabbricate troviamo senza dubbio i costi. In primo luogo il prezzo al metro quadrato solitamente è inferiore a quello delle case di nuova costruzione tradizionale. Inoltre, alcuni costi accessori, come quelli relativi all'efficienza energetica vengono abbattuti grazie all'impiego dei materiali più adatti all'isolamento termico (oltre che acustico). Sono costruzioni catalogate come A4+ che offrono un risparmio stimato in bolletta del 60-70%.


Il fatto di affidarsi a un solo fornitore che si occupa di tutto, dalla progettazione alla costruzione, sia dell’immobile che dell’impiantistica, matte al riparo da possibili spese extra impreviste rispetto al budget preventivato.


L’altro grande vantaggio delle case prefabbricate è la riduzione dei tempi di consegna. La lavorazione con parti modulari in fabbrica consente di arrivare al cantiere con tutto il materiale pronto, semplicemente da assemblare in loco. Normalmente il tempo necessario per la consegna è di soli 2-3 mesi. Infine, le case prefabbricate sono senz'altro preferibili dal punto di vista della sostenibilità ambientale, dal momento che utilizzano materiali in gran parte riciclabili.

 


I contro delle case prefabbricate


Per quanto riguarda il prezzo, va detto che alcune aziende includono tutti i tipi di accessori nel budget iniziale, dai servizi igienici alle prese elettriche, mentre altre menzionano solo quello della struttura spoglia. Inoltre, il prezzo del trasporto e del montaggio deve essere calcolato a parte, così come non è incluso nemmeno il costo del terreno, il progetto, il collegamento alle forniture o le tasse corrispondenti.


I prezzi corrispondono generalmente alla versione più semplice di ogni modello e possono variare in base ai materiali, alla difficoltà nell'allacciamento delle utenze o al grado di personalizzazione.


Proprio la personalizzazione può rappresentare un limite delle case prefabbricate. Lo sviluppo in altezza per ragioni costruttive è abbastanza limitato. Normalmente non supera i due piani. Inoltre, non è possibile abbattere tramezzi interni per modificare gli spazi una volta consegnata la casa. Tutte le pareti infatti sono portanti.

 


Manutenzione e sicurezza


Gli italiani stanno cominciando a fidarsi di più di questo tipo di soluzione. Tuttavia, esistono alcuni accorgimenti che è opportuno seguire. La prima regola è sempre quella di affidarsi a ditte costruttrici con comprovata esperienza in questo settore: la costruzione di case prefabbricate ha delle specificità che non possono essere improvvisate.


I materiali, specialmente il legno, hanno bisogno di manutenzioni speciali per garantire massime prestazioni. Si devono eseguire trattamenti contro l’umidità e antiparassitari, così come per rendere completamente ignifugo il legno. Soprattutto le parti esterne necessitano di una manutenzione costante e programmata nel tempo. Ad esempio, il trattamento ignifugo dura dieci anni, dopodiché è necessario ripeterlo.


Le case prefabbricate godono di proprietà antisismiche che le rendono particolarmente adatte alla geologia italiana. Tuttavia, è fondamentale studiare bene il terreno in cui andranno a installarsi, poiché la possibilità di adattamento alle superfici è minore. Infine, le case prefabbricate sono in tutto e per tutto immobili e necessitano degli stessi permessi e licenze delle abitazioni convenzionali.

 


Assicurare una casa prefabbricata


Le case prefabbricate possono essere assicurate con facilità. Possono però essere richieste alcune caratteristiche come: un certo spessore della parete, una resistenza certificata al fuoco e alle alte temperature, particolari dispositivi di ancoraggio alle fondamenta e sistemi antisismici. Normalmente, le polizze coprono incendi, furti, danni alla struttura dovuti a terremoti o altro.


Da parte sua, il costruttore ha l'obbligo di copertura di responsabilità di dieci anni dalla realizzazione dell’edificio, ma alcune ditte costruttrici offrono una garanzia di 30 anni, proprio per dimostrare la sicurezza di queste strutture.


Inoltre, le caratteristiche specifiche delle case prefabbricate permettono di accedere ad agevolazioni fiscali come l'Ecobonus o il Sismabonus. Questi immobili rientrano infatti nella categoria che offre le migliori prestazioni in termini di efficienza energetica e antisismicità e questo consente di usufruire di importanti sgravi fiscali al loro acquisto.


Senza dubbio, realizzare una casa con un sistema prefabbricato è una soluzione sempre più interessante, ma è necessario informarsi bene su tutti gli aspetti tecnici ed economici.

 


Scopri come proteggere la tua casa con Immagina Adesso.