INDIETRO

Incidente Auto

In caso di incidente auto, che tu ne sia responsabile o vittima o nel caso in cui tu non abbia subito danni, ti supporteremo. Qui ti spieghiamo come fare la denuncia.

Come fare la denuncia

Inviaci la denuncia entro 3 giorni lavorativi dalla data di accadimento, attraverso uno di questi canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • email a aperturasinistri@generali.com;
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti);
  • posta certificata all’indirizzo generaliitalia@pec.generaligroup.com;
  • raccomandata A/R a Generali Italia Area Liquidazione – Servizio Contact Center, via Ugo Bassi 8/B, 20159 Milano.
  • Mandaci il Modulo Blu completo di tutti i dati a tua disposizione scritti in modo chiaro e corretto ai recapiti qui sopra. Se hai concordato la responsabilità con il conducente dell'altro veicolo e avete firmato entrambi il Modulo Blu il risarcimento e la riparazione saranno più veloci. Quest'ultima addirittura senza esborsi, se ti rivolgerai al nostro Servizio Carrozzeria Sicura. Invece se il Modulo Blu è stato compilato e firmato solo da te non ti preoccupare, il documento è ugualmente valido come denuncia dell'incidente. Se hai altro materiale utile (ad es. foto dei veicoli o del luogo di accadimento, certificati medici, preventivi, fatture ecc.) inviacelo nel più breve tempo possibile. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento. In base alle circostanze dell’incidente, il risarcimento può avvenire:
  • con la procedura di risarcimento diretto da parte di Generali Italia;
  • con la procedura ordinaria da parte della Compagnia del responsabile del sinistro.
  • Nelle sezioni che seguono troverai tutti gli approfondimenti sulle due procedure.

    Tempistiche della pratica

    I tempi di liquidazione sono quelli previsti dalla legge. La compagnia formula un’offerta di risarcimento o comunica i motivi di rifiuto:

  • entro 30 giorni da quando ha ricevuto la richiesta, i danni a cose (veicoli) in presenza di una denuncia di sinistro sottoscritta da entrambi i conducenti coinvolti (Modulo Blu);
  • entro 60 giorni da quando ha ricevuto la richiesta, i danni a cose (veicoli), se la denuncia di sinistro è sottoscritta dal solo danneggiato;
  • entro 90 giorni da quando ha ricevuto la richiesta, in caso di danni alla persona. Il termine è sospeso, se il danneggiato non si sottopone agli accertamenti necessari per valutare il danno.
  • Se riceviamo una richiesta incompleta (così come previsto dall'articolo 148 del Codice delle Assicurazioni Private), ti chiederemo ulteriori informazioni da integrare entro 30 giorni dalla ricezione della tua richiesta di risarcimento/denuncia. I termini che abbiamo elencato rimangono sospesi fino alla data di ricezione delle integrazioni richieste. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento. Per verificare lo stato della denuncia, contattaci a uno dei seguenti canali:
  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti.
  • Per le procedure di risarcimento, consulta: "Risarcimento diretto" e "Procedura ordinaria" che trovi nelle prossime sezioni.

    Documenti di cui hai bisogno

    Qui trovi i moduli da scaricare che ti serviranno per fare la denuncia:
    Modulo blu
    Modello negazione evento
    Modulo risarcimento danni
    Modello testimoni

    Risarcimento diretto

    Il Risarcimento Diretto è la procedura di rimborso del danno applicata a partire dal 1° febbraio 2007: prevede che l’Assicurato-danneggiato, che ritiene anche solo in parte di avere ragione, chieda il rimborso dei danni subiti direttamente alla propria Compagnia. Il risarcimento diretto si applica solo se ricorrono le seguenti circostanze:

  • l’urto è avvenuto tra due veicoli a motore identificati e assicurati per la R.C. Auto (anche ciclomotori con targa, come previsto del D.P.R. 6 marzo 2006 n. 153);
  • l'incidente è avvenuto in Italia, Repubblica di San Marino, Città del Vaticano;
  • entrambi i veicoli sono immatricolati in Italia o Repubblica di San Marino o Città del Vaticano;
  • non c’è responsabilità da parte di altri veicoli coinvolti.
  • Per tutti gli altri casi è prevista l’applicazione della procedura di risarcimento ordinario La procedura di Risarcimento Diretto Generali Italia risarcisce:
  • i danni al veicolo assicurato (senza limite di valore);
  • i danni alle cose trasportate nel veicolo di proprietà del conducente e/o del proprietario (senza limite di valore);
  • i danni alla persona di lieve entità (che non implicano oltre i 9 punti di invalidità permanente) subiti dal conducente del veicolo assicurato.
  • Quando è coinvolto un passeggero. Il passeggero che viaggia su un veicolo assicurato con Generali può chiedere il risarcimento utilizzando il Modulo reperibile in tutte le Agenzie Generali (come previsto dall’articolo 143 del Codice delle Assicurazioni Private). La Compagnia risarcisce i danni subiti dal passeggero:
  • indipendentemente dalla responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti;
  • entro il massimale minimo di legge (al 31/12/2015 6 milioni di euro);
  • Se il danno è maggiore, il passeggero può rivolgersi alla Compagnia del responsabile dell’incidente nel caso in cui la sua copertura sia superiore al massimale minimo di legge.
  • Richiesta di risarcimento Ricevuta la richiesta, secondo la legge la Compagnia deve formulare l’offerta di risarcimento o comunicare i motivi di rifiuto nel rispetto dei seguenti termini:
  • entro 30 giorni da quando ha ricevuto la richiesta, in caso di danni a cose e con una denuncia di sinistro sottoscritta da entrambi i conducenti coinvolti (modulo BLU)
  • entro 60 giorni da quando ha ricevuto la richiesta, in caso di danni a cose e se la denuncia di sinistro è sottoscritta dal solo danneggiato
  • entro 90 giorni da quando ha ricevuto la richiesta, in caso di danni alla persona. Il termine è sospeso se il danneggiato non si sottopone agli accertamenti necessari per valutare il danno.
  • Richiesta di risarcimento incompleta Se la richiesta è incompleta (ai sensi dell’articolo 148 del Codice delle Assicurazioni Private), la Compagnia può richiedere informazioni integrative al danneggiato entro 30 giorni da quando riceve la richiesta di risarcimento. I termini per formulare l’offerta di risarcimento, o per comunicare i motivi del rifiuto, rimangono sospesi fino alla data di ricezione delle integrazioni richieste. Annullamento della procedura di risarcimento diretto Nel caso in cui non sia possibile applicare il risarcimento diretto, la Compagnia che ne riceve richiesta deve comunicare i motivi dell’annullamento all’assicurato-danneggiato tramite Raccomandata A/R, entro massimo 30 giorni da quando:
  • ha ricevuto la domanda di risarcimento
  • ha acquisito le informazioni che rendono inapplicabile il risarcimento diretto
  • .
    Successivamente trasferisce alla Compagnia del veicolo responsabile la richiesta di risarcimento e gli ulteriori elementi acquisiti nel corso dell’istruttoria. Cosa accade quando l’incidente è denunciato da Assicurati di altre Compagnie Quando si presenta una denuncia/richiesta di risarcimento ad altre Compagnie queste trasmettono i dati identificativi dell’incidente a Generali Italia (data dell’incidente, provincia, targhe, Compagnie, etc.). Se a Generali Italia non dovesse risultare alcun incidente, invierà all’Assicurato una RICHIESTA DI DENUNCIA. L’Assicurato, per legge, deve comunque dare comunicazione alla Compagnia e denunciare l’incidente, descrivendone la dinamica (anche se non ha subito danni per i quali intende richiedere risarcimento), indicando eventuali Autorità intervenute e/o identificando gli eventuali testimoni e raccogliendone le dichiarazioni e confermando le proprie responsabilità qualora si ritenga responsabile dell’evento oppure presentare la Dichiarazione di NEGAZIONE EVENTO e i documenti a sostegno. Azione giudiziale diretta L’assicurato-danneggiato, se la Compagnia non comunica l'offerta o il rifiuto nei termini di legge, oppure non vi è accordo sull’offerta, può intraprendere azione giudiziale diretta. L’azione giudiziaria è possibile solo:
  • dopo 60 giorni (in caso di danni solo ai veicoli)
  • dopo 90 giorni (in caso di lesioni a persone di lieve entità)
  • a partire dal giorno in cui il danneggiato ha chiesto alla propria Compagnia il risarcimento con Raccomandata A/R, da inviare per conoscenza anche alla Compagnia dell'altro veicolo coinvolto che, a sua volta, può chiedere d’intervenire nel giudizio riconoscendo la responsabilità del proprio assicurato.
  • In alternativa alla via giudiziaria, per risolvere i contrasti che riguardano gli incidenti con danni fino a 15.000 euro, l’assicurato-danneggiato può ricorrere anche alla procedura di Conciliazione Paritetica: una modalità gratuita e non vincolante offerta dalle Associazioni dei Consumatori che aderiscono all’iniziativa.

    Procedura ordinaria

    La “Procedura ordinaria di risarcimento" è la richiesta di rimborso che il danneggiato indirizza alla Compagnia che assicura il veicolo responsabile dell’incidente. Si attiva quando non trova applicazione la procedura di “risarcimento diretto", e cioè nel caso d’incidente:

  • non avvenuto in Italia, Repubblica di San Marino, Città del Vaticano;
  • senza collisione tra veicoli;
  • con collisione tra più di due veicoli identificati;
  • tra ciclomotori non muniti di targa (come previsto dal D.P.R. 6 marzo 2006 n. 153 per targati si intendono i ciclomotori con targa a cinque caratteri alfanumerici);
  • fra trattori agricoli;
  • tra veicoli immatricolati all’estero;
  • con veicoli non assicurati;
  • tra 2 soli veicoli, ma con coinvolgimento di altri veicoli responsabili;
  • sinistri con lesioni al conducente superiori al 9% di invalidità permanente limitatamente alle lesioni del conducente.
  • Per la procedura ordinaria di risarcimento, l’assicurato/danneggiato deve presentare:
  • denuncia dell’incidente alla propria Compagnia di Assicurazione (obbligatoria per legge)
  • richiesta di risarcimento del danno alla Compagnia di Assicurazione del responsabile dell’incidente.
  • Da quando ha ricevuto la richiesta, la Compagnia di Assicurazione del responsabile dell’incidente formula un’offerta di risarcimento o comunica i motivi di rifiuto nei tempi indicati dalla legge:
  • entro 30 giorni, in caso di danni a cose e con denuncia di sinistro sottoscritta da entrambi i conducenti coinvolti (modulo CAI)
  • entro 60 giorni, in caso di danni a cose e se la denuncia di sinistro è sottoscritta dal solo danneggiato
  • entro 90 giorni, in caso di danni alla persona. Il termine è sospeso se il danneggiato rifiuta gli accertamenti necessari per valutare il danno
  • Richiesta di risarcimento incompleta Se la richiesta è incompleta (ai sensi dell’articolo 148 del Codice delle Assicurazioni Private), la Compagnia può richiedere informazioni integrative entro 30 giorni da quando riceve la richiesta di risarcimento. I termini per formulare l’offerta di risarcimento, o per comunicare i motivi del rifiuto, sono interrotti fino alla data di ricezione delle integrazioni richieste.

    Come fare la denuncia

    In caso di rottura cristalli accidentale (escluse rigature e/o segnature) ai cristalli del veicolo (esclusi gli specchi retrovisori interni ed esterni e alla fanaleria in genere), inoltraci la denuncia attraverso uno dei seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti).
  • Il servizio vale anche quando ti trovi all’estero, secondo quanto previsto dalla tua polizza. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Come fare la denuncia

    In caso di danno da grandine puoi fare la denuncia attraverso i seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00)
  • Agenzia
  • App MyGenerali
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti)
  • Inoltre sono attive specifiche convenzioni con partner specializzati esclusivamente nelle riparazioni dei sinistri auto per danni da grandine attivi su tutto il territorio nazionale. Se decidi di aderire a questa proposta, oltre a usufruire delle stesse agevolazioni previste presso le Carrozzerie Convenzionate, potrai beneficiare anche della totale esenzione dalla franchigia, dello scoperto e del degrado. Per conoscere i partner specializzati, rivolgiti alla tua Agenzia o contatta il Numero Verde 800 880 880. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Tempistiche della pratica

    Inviaci la denuncia entro 3 giorni dall'evento. Per verificare lo stato della denuncia, contattaci a uno dei seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880;
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti).
  • Come fare la denuncia

    Per prima cosa, denuncia l'evento alle autorità non appena ne vieni a conoscenza, poiché la copertura RCA del tuo veicolo scade a partire dalle 24 ore successive dal giorno di presentazione di denuncia agli uffici competenti. Quindi, inoltraci la denuncia attraverso i seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti);
  • Denuncia anche il furto parziale o la rapina, alla Polizia o ai Carabinieri competente il più presto possibile. Ricorda che se l’evento è avvenuto all’estero, devi presentare la denuncia alle Autorità estere e ripeterla alle Autorità italiane al tuo rientro. Se la tua auto venisse ritrovata e non hai ancora ricevuto il risarcimento, presenta il verbale di ritrovamento del mezzo (e il verbale di restituzione) e attendi l’esito della verifica degli eventuali danni subiti dalla tua vettura rivolgendoti o alla tua Agenzia o al Numero Verde 800880880. Se sei già stato risarcito, non sei più proprietario del veicolo. Devi quindi informare la compagnia tramite:
  • la tua Agenzia di riferimento;
  • Ufficio Gestione Recuperi – Beni e Veicoli ai numeri di fax 041-3362656 o 010-5380401 o all’indirizzo e-mail GestioneRecuperi.it@generali.com, indicando sempre i dati anagrafici il numero del sinistro, la targa del veicolo e l’Autorità che ha notificato il ritrovamento, specificando i relativi contatti (indirizzo, telefono, fax, e-mail...);
  • il Numero Verde 800 880 880.
  • Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Tempistiche della pratica

    Ti invitiamo a presentare la denuncia alle Autorità entro 24 ore dall'evento. Presenterai a noi la denuncia entro 3 giorni dall'evento. Per verificare lo stato della denuncia, contattaci a uno dei seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti);
  • Documenti di cui hai bisogno

    Qui trovi una lista di documenti necessari per inoltrare la denuncia:

  • certificato di proprietà, con l'annotazione della perdita di possesso e l’estratto cronologico con la stessa annotazione (da richiedere al PRA, il Pubblico Registro Automobilistico, presso le sedi ACI);
  • il set di chiavi originali del veicolo;
  • il libretto di circolazione originale (se rubato con il veicolo, dovrai fornire copia della denuncia di furto in cui è indicato il furto del libretto);
  • la copia della fattura di acquisto del veicolo, se il furto è avvenuto entro 2 anni dalla prima immatricolazione;
  • la procura notarile a vendere, a favore di Generali Italia.
  • Come fare la denuncia

    Se un incendio doloso ha provocato danni alla tua auto, inoltraci la denuncia attraverso i seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti).
  • Presenta inoltre la denuncia dell'evento doloso all’Autorità Giudiziaria. E se sono intervenuti i Vigili del Fuoco, allega alla denuncia anche la copia del Verbale d’Intervento. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Tempistiche della pratica

    Inviaci la denuncia entro 3 giorni dall'evento. Per verificare lo stato della denuncia, contattaci a uno dei seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti).
  • Documenti di cui hai bisogno

    Il documento che dovrai presentare assieme alla denuncia è la copia del verbale dei Vigili del Fuoco.

    Come fare la denuncia

    Per prima cosa, denuncia gli atti subiti all’Autorità giudiziaria competente il più presto possibile. Se l’evento è avvenuto all’estero, devi presentare la denuncia alle Autorità estere e ripeterla alla Polizia o ai Carabinieri al tuo rientro. Denuncia gli atti subiti all’Autorità giudiziaria competente il più presto possibile. Se l’evento è avvenuto all’estero, devi presentare la denuncia alle Autorità estere e ripeterla alle Autorità italiane al tuo rientro. Inoltraci quindi la denuncia attraverso i seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00);
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti);
  • Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Tempistiche della pratica

    Presenta la denuncia alle Autorità entro 24 ore dall'evento. Presenta a noi la denuncia entro 3 giorni dall'evento. Per verificare lo stato della denuncia, contattaci a uno dei seguenti canali:

  • Numero Verde 800 880 880;
  • Agenzia;
  • App MyGenerali;
  • generali.it (accedendo all’Area Clienti).
  • Come risarcisce

    Il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada ti risarcisce se:

  • l'incidente è stato provocato da un veicolo o un natante non identificato, per soli danni alla persona (dal 24 novembre 2007, così come previsto dal decreto legislativo n.198 del 6 novembre 2007, il risarcimento è dovuto anche per i danni alle cose, con una franchigia di Euro 500,00, in caso di danni gravi alla persona);
  • l'incidente è stato provocato da un veicolo o un natante che non risulta coperto da assicurazione, per danni alla persona, così come per danni alle cose con una franchigia, per quest'ultimi, di Euro 500,00 (dal 24 novembre 2007, così come previsto dal decreto legislativo n.198 del 6 novembre 2007, i danni alle cose verranno risarciti integralmente);
  • l'incidente è stato provocato da un veicolo o un natante assicurato con impresa che al momento del sinistro risulta in stato di liquidazione coatta amministrativa o vi venga posta successivamente;
  • l'incidente è stato provocato da un veicolo posto in circolazione contro la volontà del proprietario, dell’usufruttuario, dell’acquirente con patto di riservato dominio o del locatario in caso di locazione finanziaria, sia per i danni alla persona che per i danni alle cose (quindi in caso di furto);
  • bis il sinistro è stato provocato da un veicolo estero spedito sul territorio dello Stato da altro Stato membro dell’unione Europea (o aderente allo spazio Economico Europeo) e che risulta privo di copertura assicurativa (ipotesi introdotta dal D.lgs. N. 198 del 2007)
  • ter il sinistro è stato provocato da veicolo estero che circola sul territorio dello Stato con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo (ipotesi introdotta dal D.lgs. N.198 del 2007)
  • In caso di sinistro, gestito da Generali Italia e configurabile come ipotesi di Fondo Garanzie Vittime della Strada, per informazioni puoi rivolgerti al Numero Verde 800 864 316, (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 18.00). Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Come fare la richiesta

    Per richiedere un risarcimento danni invia una raccomandata (come previsto dall’articolo 287 del codice delle assicurazioni private) a Consap S.p.a. Via Yser, 14 00198 ROMA gestore del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada e alla compagnia designata sul territorio. Per approfondimenti ti consigliamo ti visitare il sito di Consap. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Come fare la denuncia

    In caso di incidente provocato da un veicolo immatricolato all'estero, puoi chiedere il risarcimento dei danni comunicandolo tramite:

  • una raccomandata a UCI (Ufficio Centrale Italiano per le assicurazioni) - Corso Sempione, 39 - 20145 MILANO, con avviso di ricevimento
  • PEC a: uci@pec.ucimi.it
  • Ricorda di specificare le seguenti:
  • data e luogo dell'incidente;
  • nazionalità e targa del veicolo estero;
  • caratteristiche tecniche del veicolo estero;
  • tipo (autovettura, autocarro, autoarticolato, moto, ecc.);
  • marca e modello;
  • cognome, nome e indirizzo del proprietario del veicolo estero;
  • cognome, nome e indirizzo del conducente del veicolo estero;
  • nome della compagnia di assicurazione del veicolo estero;
  • estremi dell'autorità eventualmente intervenuta dopo l'incidente;
  • copia della constatazione amichevole d'incidente, se disponibile;
  • copia della Carta Verde esibita dal conducente del veicolo estero, se disponibile e ogni ulteriore dato utile per agevolare la gestione della tua pratica (per una celere risposta è necessario indicare un indirizzo e-mail).
  • Per descrivere l'incidente in modo più preciso specifica anche:
  • In caso di danni a veicoli o cose: il luogo, i giorni e le ore in cui le cose danneggiate sono disponibili per essere visionate dal perito che accerterà l'entità del danno;
  • In caso di lesioni personali: l'età, l'attività, il reddito, l'entità delle lesioni, l'attestazione medica che dichiara l'avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti.
  • In base ai dati forniti nella lettera di risarcimento, l’UCI darà l’incarico di gestire il sinistro a chi è stato nominato dalla compagnia di assicurazione. Se i dati forniti non consentono di individuare chiaramente la compagnia di assicurazione del veicolo estero che ha causato il danno, l'UCI svolgerà accertamenti nel Paese d’immatricolazione del veicolo, sia per rintracciare la compagnia assicuratrice sia per verificare se, in assenza di una Compagnia, esistano i presupposti per applicare la Direttiva 166/72 Inoltre, l’UCI effettua le sue ricerche coinvolgendo il Bureau nazionale del Paese di immatricolazione del veicolo estero e queste possono richiedere anche tempi lunghi. Indica con chiarezza, fin dalla prima richiesta di risarcimento, tutti gli elementi utili in tuo possesso. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Come fare la denuncia

    In caso d’incidente avvenuto in uno dei Paesi che aderiscono al sistema "Carta Verde" con un veicolo immatricolato in uno degli Stati dell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein, Norvegia o Svizzera, puoi fare riferimento alla procedura prevista dal decreto legislativo 7 settembre 2005, n° 209 (Codice delle assicurazioni private) - Capo V - Articoli 151 e seguenti. Per individuare la compagnia italiana incaricata di rappresentare l'assicuratore estero del veicolo che ha provocato l'incidente e ottenere la liquidazione del danno, vai sul sito di Consap S.p.A. alla voce Centro di Informazione. In caso di sinistro avvenuto in uno dei paesi dell’Unione Europea, Islanda, Liechtenstein e Norvegia da un veicolo non identificato o di cui risulti impossibile identificarne l’assicuratore, entro 2 mesi dal sinistro puoi fare richiesta di risarcimento a: Consap S.p.A, Servizio Organismo di Indennizzo (via Yser,14 – 00198 Roma- fax 06-85796334) e-mail: organismo@consap.it In caso d’incidente in un Paese che non appartiene allo Spazio economico europeo e provocato da un veicolo immatricolato in quello stesso Paese, la richiesta di risarcimento va inviata all'assicuratore e/o al proprietario del veicolo estero. Ad esempio: Incidente in Marocco provocato da un veicolo immatricolato in Marocco; la richiesta va indirizzata all’assicuratore in Marocco e/o al proprietario del veicolo. Ti consigliamo di informarti su cosa prevede la legge del Paese o meglio di contattare il Consolato italiano del Paese. Se il veicolo che ha causato l'incidente è immatricolato in un Paese diverso rispetto a quello in cui l'incidente è accaduto, la richiesta di risarcimento va inviata al Bureau del Paese in cui è avvenuto l’incidente, purché il sinistro sia avvenuto in uno dei paesi aderenti al Sistema Carta Verde. L'elenco dei Bureaux è indicato sul retro di ogni Carta Verde. Ad Esempio: Incidente provocato in Marocco da un veicolo immatricolato in Tunisia; la richiesta di risarcimento va inviata al Bureau del Marocco. Ti ricordiamo che - in ogni caso - il tuo agente ti supporterà sempre in caso di dubbi o chiarimento.

    Tempistiche della pratica

    Entro 3 mesi dovresti ottenere una risposta. Se non ricevi un riscontro entro i 3 mesi, puoi chiedere l’intervento di Consap S.p.A, Servizio Organismo di Indennizzo (via Yser,14 – 00198 Roma- fax 06/85796334) via e-mail: organismo@consap.it

    Come fare la denuncia

    Come previsto dalla normativa vigente (art. 164 D. Lgs. n. 209 del 7 Settembre 2005), Generali Italia S.p.A. ha affidato, a partire dal 1° giugno 2017, la gestione dei sinistri del Ramo Tutela Legale a D.A.S. - Difesa Automobilistica Sinistri S.p.A., società appartenente al Gruppo Generali e specializzata nel settore, con sede in Via Enrico Fermi 9/B, 37135 Verona - Tel. (045) 8378901 – Fax (045) 8351023 – e-mail sinistri@das.it A quest’ultima, ferma restando la responsabilità di Generali Italia S.p.A. per l’adempimento delle obbligazioni contrattuali, potranno essere inviate tutte le denunce, i documenti ed ogni altra comunicazione relativa ai sinistri successivi alla data sopra indicata. La denuncia potrà avvenire telefonando al Numero Verde 800475633: DAS raccoglierà la denuncia, indicherà i documenti necessari per l’attivazione della garanzia, fornirà tutte le informazioni relative alle modalità di gestione del sinistro e rilascerà un numero identificativo della pratica. Rimane fermo qualsiasi altro contenuto del contratto a mani della clientela. Nel caso in cui si desiderasse avere ulteriori informazioni si invita a rivolgersi alla propria Agenzia di fiducia, dove si potrà trovare tutto il supporto necessario.

    Cosa fare in caso di

    immagine
    EMERGENZA 
    CASA
    immagine
    EMERGENZA 
    CORONAVIRUS
    immagine
    INCIDENTE 
    NAUTICO
    immagine
    INFORTUNI
    immagine
    MALATTIA
    immagine
    POLIZZE
    VITA